A Dalmine volpi, aironi e falchi «Estendiamo il divieto di caccia»
La volpe nell’oasi del Picchio verde a Dalmine (Foto by Paolo Maffioletti)

A Dalmine volpi, aironi e falchi
«Estendiamo il divieto di caccia»

Avvistati all’oasi del Picchio verde, l’associazione lancia l’appello: vietare la caccia nell’area umida. «Rischiano gli animali, ma anche chi entra per osservarli. E se vogliamo che non fuggano, no parcheggi e pin nic»

Ha fatto capolino qualche giorno fa, di mattina presto, tra il canneto e il laghetto all’interno dell’oasi naturalistica «Il picchio verde» di via XXV Aprile. La volpe a Dalmine non è una rarità, diversi gli avvistamenti negli anni tra il cimitero e le fattorie del Basso Brembo, per la disperazione delle galline dei contadini della zona. Ma è la prima volta che la si vede nell’oasi protetta e che qualcuno riesce a fotografarla. «Dev’esserci una tana da qualche parte in zona – spiega Paolo Maffioletti, presidente del Picchio verde, che gestisce l’omonima area protetta – perchè il giorno successivo, sempre nell’oasi, abbiamo visto anche un esemplare maschio. Ero nel capanno per cercare di avvistare qualche volatile e me la sono trovata davanti e l’ho fotografata».

© RIPRODUZIONE RISERVATA