Ansia e depressione peggiorate in oltre il 40% degli italiani durante il lockdown

Ansia e depressione peggiorate in oltre il 40% degli italiani durante il lockdown

Pubblicati, da un consorzio di ricercatori di Istituto superiore della sanità, Università di Genova e Pavia e Istituto Mario Negri, i risultati del primo studio rappresentativo della popolazione italiana adulta.

Oltre il 40% degli italiani ha riportato un peggioramento dei sintomi ansiosi e depressivi durante il lockdown nazionale dello scorso anno, con una riduzione della qualità di vita in più del 60% dei soggetti e ripercussioni sul ritmo sonno-veglia in più del 30% . È quanto emerge dal primo studio condotto in Italia su un campione rappresentativo della popolazione adulta e pubblicato in questi giorni sulla rivista «Journal of Affective Disorders».

«I dati in nostro possesso sono molto solidi e parlano chiaro» commenta Andrea Amerio, ricercatore psichiatra dell’Università di Genova e primo autore dello studio, «l’utilizzo di psicofarmaci – prevalentemente ansiolitici – è aumentato del 20% rispetto al periodo pre-lockdown e tutti gli indicatori di salute mentale sono peggiorati . Questo è un trend che riscontriamo anche nella pratica clinica quotidiana, dove i nostri reparti si stanno facendo carico già da molti mesi di un aumentato bisogno di assistenza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA