Assistenza sanitaria ai turisti,  via alle televisite a Serina, Gromo e Castione

Assistenza sanitaria ai turisti, via alle televisite a Serina, Gromo e Castione

Il progetto sperimentale per la Continuità assistenziale stagionale turistica.

Nelle valli bergamasche la tecnologia diventa uno strumento indispensabile per garantire un servizio fondamentale per ogni destinazione turistica, quello che un tempo veniva chiamato il medico del villeggiante: per far fronte alla carenza di medici, Ats Bergamo ha attivato un sistema misto in cui la continuità assistenziale stagionale turistica più tradizionale si coniuga, dal 2 agosto, con il progetto pilota hub&spoke che si basa sull’utilizzo della telemedicina tra infermieri (spoke) e medici (hub). Il progetto sperimentale per la Continuità assistenziale stagionale turistica 2021 dell’Agenzia di tutela della salute è stato presentato ieri mattina in Ats Bergamo in videoconferenza. A illustrare il progetto il dottor Michele Sofia, direttore sanitario di Ats, affiancato dal direttore generale Massimo Giupponi. All’incontro erano stati invitati rappresentanti del territorio, amministratori e referenti dei distretti e degli ambiti ma anche Guido Marinoni, presidente dell’ordine dei medici e Gianluca Solitro, presidente dell’ordine delle professioni infermieristiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA