Bassa, l’ultimatum dei sindaci «Stop ai capannelli fuori dai locali»

Bassa, l’ultimatum dei sindaci
«Stop ai capannelli fuori dai locali»

Troppi capannelli fuori da bar e locali che fanno servizio d’asporto. La voglia di incontrarsi e parlare è irresistibile, ma occorre fare uno sforzo, ne va della salute di tutti. È il richiamo che arriva dai sindaci della pianura occidentale, dove i contagi continuano a salire.

«Così non va bene, asporto non vuole dire consumare fuori dal locale». È questo il richiamo che alcuni sindaci della Pianura hanno pubblicato, a lettere maiuscole, su Facebook rivolgendosi in particolare a chi, fra i rispettivi abitanti, ha inteso in maniera non corretta il servizio d’asporto che alcuni bar sul territorio sono autorizzati a fare nonostante il lockdown in corso causa Covid. Troppe, secondo i primi cittadini, sono le persone che, soprattutto nell’orario della colazione e dell’aperitivo, si assembrano fuori dai locali per consumare quanto hanno preso. Così facendo, anziché recarsi a casa, violano i divieti vigenti, rischiando di essere multati. E i richiami dei sindaci della Pianura trovano giustificazione nei numeri dei nuovi contagi.

In base ai dati diffusi sabato 14 novembre dall’Ats Bergamo e relativi al periodo fra il 7 e il 13 novembre, fra i Comuni sotto i 10 mila abitanti che ne hanno registrato il maggior numero c’è Brignano con 31. E proprio il sindaco Beatrice Bolandrini è una fra quelle che nei giorni scorsi sul suo profilo Facebook ha richiamato ad usufruire del servizio d’asporto in maniera corretta : «Considerato che qualcuno pare non avere ancora capito - scrive - mi permetto una breve considerazione, in modo che quando sempre quel qualcuno riceverà i 400 euro di sanzione previsti, sappia di doverli pagare senza venire a lamentarsi. Vige il divieto di consumare cibo e bevande d’asporto nei pressi di bar, ristoranti, pizzerie». Poi un precisazione sull’asporto «che è ben diverso dal fare salotto (e quindi assembramento) per strada, sia che si tratti della colazione o degli aperitivi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA