Bergamasco muore in ospedale a Dresda Cavernago piange il nonno pizzaiolo
Giampietro Pedrini di Cavernago

Bergamasco muore in ospedale a Dresda
Cavernago piange il nonno pizzaiolo

Se ne è andato a 66 anni dopo aver perso la sua battaglia contro il virus Giampietro Pedrini di Cavernago, storico pizzaiolo volontario nelle feste di paese.

Trasferito lo scorso 24 marzo all’ospedale Ospedale «Carl Gustav Carus» di Dresda, in Germania, dopo un ricovero di sei giorni all’ospedale di Seriate, «Baffo», come era affettuosamente soprannominato per via dei folti baffi, si è spento mercoledì.

Netturbino in pensione, Giampietro aveva una grande passione: quella per la pizza. Un amore che spesso e volentieri lo vedeva in prima linea a sfornare deliziose pizze in occasione delle manifestazioni locali. Sposato da 43 anni, Giampietro lascia nel dolore la moglie Franca e i due figli, Marzia e Michele. «Mio padre – racconta Marzia – amava molto la sua famiglia e i suoi cinque nipotini. Era un marito, padre e nonno speciale. Un grandissimo lavoratore, molto umile e sempre pronto ad aiutare chiunque ne avesse bisogno. Spesso aiutava mio fratello nella sua attività di pizzeria d’asporto che gestisce a Martinengo. Era un uomo dal cuore nobile, e con il sorriso sempre stampato sul volto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA