Cadde in bici per una buca, invalido Chiede due milioni alla Provincia
Il palazzo della Provincia, in via Tasso a Bergamo

Cadde in bici per una buca, invalido
Chiede due milioni alla Provincia

Almenno San Bartolomeo, nel 2017 un 50enne è finito a terra e ha riportato lesioni invalidanti. Da qui la richiesta di risarcimento.

Più di due milioni di euro per i gravi danni fisici riportati dopo essere caduto dalla sua bicicletta. È la richiesta di risarcimento che un cinquantenne, per conto della sua amministratrice di sostegno, ha presentato nei giorni scorsi alla Provincia citata di fronte al tribunale civile di Bergamo. Questo perché la caduta, ad Almenno San Bartolomeo nel giugno del 2017, sarebbe avvenuta per una buca sull’asfalto della provinciale 172 all’altezza del civico 2 della Via Carobais. Il cinquantenne indossava il casco di protezione, ma ha riportato gravi ferite che l’hanno reso invalido.

Un caso che dimostra quanto possono rivelarsi pericolose, soprattutto per ciclisti e motociclisti, buche o sconnessioni sul manto stradale. Ad ogni modo, ora spetterà ai giudici che presiederanno la causa giudiziaria derivante dalla citazione in giudizio della Provincia a decidere se, a causare la rovinosa caduta del ciclista, sia stata proprio la buca al tempo presente sulla 172 (e ora scomparsa in seguito al rifacimento dell’asfalto della provinciale). In merito, sul verbale dei carabinieri che allora avevano rilevato l’incidente si legge che il cinquantenne «a seguito di un presunto impatto con una buca della sede stradale, è stato sbalzato dal proprio velocipede ed ha impattato rovinosamente a terra». Alla richiesta di risarcimento di più di due milioni di euro si è arrivati attraverso la valutazione di vari aspetti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA