Calci e pugni in testa, anziana grave Aggredita a Chiuduno per pochi spiccioli
La zona del centro storico dove si è verificata l’aggressione

Calci e pugni in testa, anziana grave
Aggredita a Chiuduno per pochi spiccioli

La donna, di 84 anni, aggredita da un giovane che si è poi dileguato. Ricoverata al Bolognini, ha raccontato di essere stata seguita. I carabinieri sulle tracce del rapinatore.

Prima l’ha trascinata a terra per scipparla, poi si è accanito con violenza su di lei colpendola con calci e pugni alla testa. È accaduto poco dopo le 11 di lunedì 22 giugno a Chiuduno, nel centro storico, in via San Michele. La vittima è una signora di 85 anni del paese, conosciuta per il suo impegno di volontaria all’Alzheimer Cafè. La donna ora è in osservazione all’ospedale Bolognini di Seriate. Ha riportato traumi alla testa e ad un fianco. È grave, ma non sembrerebbe in pericolo di vita.

La signora, che vive a sud della stazione ferroviaria, si era incamminata verso il centro storico per andare alla chiesetta di San Michele. Forse il malvivente l’ha seguita per un po’ e ha pensato di colpire in una zona più isolata. Mentre la donna stava percorrendo a piedi la salita, ha notato un ragazzo con fare sospetto, alto e magro, appoggiato al portone in legno di una casa. Ha continuato il suo percorso ma pochi metri dopo il giovane l’ha sorpresa dal dietro e ha tentato di sfilarle la borsetta in cui all’interno c’erano pochi spiccioli, il cellulare e i documenti personali. La signora ha perso l’equilibrio e ha cercato di opporre resistenza allo scippatore che non si è dato per vinto. Ha colpito la malcapitata a calci e pugni alla testa e ad un fianco e alla fine lei ha desistito. L’uomo si è allontano con il bottino, di corsa, verso la strada principale del paese. A dare l’allarme sono stati i residenti di via San Michele che hanno sentito le urla dell’anziana, riversa a terra sanguinante ma sempre cosciente. «Stavo sistemando il giardino che si affaccia su via San Michele – racconta un residente della zona – quando ho visto una donna a terra, era ferita in modo grave alla testa, faceva impressione. Ho chiesto l’aiuto di altre persone che abitano vicino».

© RIPRODUZIONE RISERVATA