Carta Sì, e invece no... Attenzione ai ladri di dati

Carta Sì, e invece no...
Attenzione ai ladri di dati

Sono tornate in modo massiccio le finte mail, ma è una truffa: il circuito di carte di credito è completamente estraneo alla vicenda.

«A causa di un aggiornamento, abbiamo dovuto sospendere i pagamenti con la tua carta di credito». Dopo qualche mese di assenza sono tornate la mail (chiaramente finte) legate al celebre circuito di carte di credito, del tutto estraneo alla vicenda. Scritte in un italiano a tratti approssimativo, eccole fare capolino nella posta elettronica di tante persone: e in parecchi manco hanno quella carta. Insomma, è l’ennesima truffa della rete.

«Prima che riabilitiamo l’uso della tua carta di credito abbiamo bisogno che ci confermi la tua identità compilando una serie di dati già inseriti nel nostro database al momento della tua registrazione sul portale CartaSi. Ti ricordiamo che non potrai più effettuare dei pagamenti con la tua Cartasi se questa verifica non viene eseguita entro 72 dalla sua ricezione» prosegue la mail. E a questo punto scatta il trucco: «Per eseguire subito la verifica dei dati, ti preghiamo di cliccare sul link sottostante e di compilare correttamente tutti i dati richiesti» . Seguono ringraziamenti di rito: «Grazie per la comprensione e ci scusiamo per eventuali disagi. Servizio Clienti CartaSi - 2016». Il consiglio a tutti è di non cliccare da alcuna parte e cestinare la mail senza pensarci due volte: è il più classico esempio di furto di dati, fate attenzione!

© RIPRODUZIONE RISERVATA