«Vaccineremo negli istituti superiori» Ma  le scuole non chiudono
Il vertice di domenica 5 gennaio in prefettura

«Vaccineremo negli istituti superiori»
Ma le scuole non chiudono

«Da metà settimana andremo nelle scuole superiori e vaccineremo i ragazzi: nelle scuole dei due ambiti interessati dai casi di meningite, del Basso Sebino e di Grumello, e dove studiano i giovani residenti di questi ambiti, vaccinando loro e anche gli studenti di queste scuole». Lo ha detto l’assessore regionale alla Salute, Giulio Gallera, dopo il vertice in prefettura di domenica 5 gennaio. Le scuole, quindi, «non chiuderanno assolutamente», ha dichiarato l’assessore.

Alle 16,30 sono arrivati in via Tasso, a Bergamo, tutti i sindaci del Basso Lago e anche della Val Calepio. Da Chiuduno a Predore, fino a Tavernola passando per tutti i 12 Comuni dell’ambito del Basso Sebino ma anche dell’ambito della Val Calepio. Erano presenti alla riunione, con i primi cittadini del territorio, il presidente della Provincia Gianfranco Gafforelli, l’assessore regionale alla Salute Giulio Gallera, il direttore di Ats Bergamo Massimo Giupponi, rappresentanti dell’Asst Bergamo Est e il prefetto di Bergamo Elisabetta Margiacchi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA