«Castelli aperti», domenica la 6ª edizione   Il fascino segreto delle fortezze medioevali
Cassano d’Adda, il castello borromeo tra le novità che si possono visitare quest’anno

«Castelli aperti», domenica la 6ª edizione

Il fascino segreto delle fortezze medioevali

Al via domenica nella Bassa la sesta edizione. In regia la Pro loco di Martinengo. L’assessore Magoni: «Incentiviamo il turismo dei territori e un contributo per le scuole»

Domenica torna la rinomata iniziativa dei «Castelli aperti nella pianura lombarda». E quest’anno, a promuovere la rassegna, scende in campo anche Regione Lombardia. La presentazione di questa sesta edizione, infatti, è stata organizzata al Pirellone, alla presenza dell’assessore regionale al Turismo, Lara Magoni. Sette le giornate di apertura (la prima, come detto domenica 10 marzo e a chiudere, l’ultima, il 2 giugno). 19 le località coinvolte.

Lara Magoni ha annunciato che si attiverà per favorire, attraverso un contributo regionale, il coinvolgimento delle scuole, che potranno organizzare le gite scolastiche sul territorio dei borghi e dei castelli. «Si tratta di una manifestazione che contribuirà ancor di più a far diventare la Lombardia prima meta turistica in Italia - ha affermato - e che valorizzerà il territorio della pianura, in particolare quello della Bergamasca, ricco di così tante bellezze». Il Medioevolombardo è il tema dell’evento turistico-culturale in grado di attirare visitatori anche da fuori regione. Le caratteristiche architetture dei castelli, dei borghi fortificati, delle rocche e dei palazzi storici punteggiano la pianura bergamasca, il Cremasco e l’area confinante milanese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA