Contro l’ansia da studio a casa Trescore potenzia il «mentoring»
L’istituto Lotto (Foto by Archivio)

Contro l’ansia da studio a casa
Trescore potenzia il «mentoring»

L’istituto Lotto consolida l’attività del docente che ascolta i ragazzi in crisi. Supportato da uno psicologo, contatta gli alunni dando sostegno per la loro situazione.

Un mentore per guidare i ragazzi in un momento complicato della scuola, una figura di riferimento per aiutarli a non perdere la direzione. All’istituto Lorenzo Lotto di Trescore il «mentoring» scende in campo per supportare gli studenti. Un servizio che non è una novità assoluta nella scuola del polo dell’Albarotto, ma che negli ultimi mesi è stato potenziato per andare incontro alle nuove esigenze della popolazione scolastica. «Nel nostro istituto - spiega Laura Ferretti, dirigente scolastico dell’istituto Lotto - abbiamo diversi indirizzi e utenze più solide e più fragili. In questo periodo abbiamo notato che la fragilità è trasversale a tutti gli indirizzi e che sta incidendo su tutti gli apprendimenti. Semplicemente, anche i ragazzi non ne possono più dell’incertezza in cui sta vivendo il mondo della scuola». Per questo motivo l’istituto ha scelto di potenziare un servizio che da anni è attivo nella scuola.

«Stiamo potenziando - aggiunge Ferretti - l’area, che era già ben strutturata, dell’ascolto e del mentoring. Un progetto che esiste da anni per tenere agganciati ragazzi che attraversano un periodo di crisi. I docenti si trasformano in “mentor”, guide per gli studenti. Per nostra etica, senza che docenti abbiano alcun compenso aggiuntivo. Il compito del mentor è semplice: ogni tanto contatta il ragazzo per sentire come va, cosa fa, se sta incontrando qualche difficoltà particolare. Il mentor veniva già supportato anche da uno psicologo, perché un bravo docente si trova a dover affrontare anche situazioni che non è in grado di gestire».

© RIPRODUZIONE RISERVATA