Costa di Mezzate, dopo il maxi rogo è crollata una parte del capannone
Parte del capannone della Pezzotta Saul crollato dopo la distruzione delle fiamme di venerdì notte

Costa di Mezzate, dopo il maxi rogo
è crollata una parte del capannone

Crolla il lato sud dell’edificio della ditta di autotrasporti. Danni ingenti, chiuse varie ditte vicine. Attesa per i dati sulla qualità dell’aria.

È al collasso il capannone dell’azienda di autotrasporti e logistica Pezzotta Saul che venerdì notte è stato devastato dalle fiamme, nella zona industriale di Costa di Mezzate: a distanza di 48 ore, tra domenica e ieri, durante il temporale una parte della struttura è crollata nell’area a sud. Quei muri erano già sotto stretto controllo dei vigili del fuoco, sul posto ininterrottamente da venerdì notte. Si erano gonfiati per effetto del calore e alla fine hanno ceduto.

È un danno enorme, probabilmente di alcuni milioni, anche se ufficialmente dall’azienda non è stato quantificato. Poco si è salvato di tutto quello che c’era all’interno della Pezzotta Saul. La struttura, inagibile, inaugurata solo un anno fa, si sta lentamente sbriciolando.

© RIPRODUZIONE RISERVATA