Da 5 millimetri a 2 centimetri al giorno Si muovono fino a 2 milioni di metri cubi
La Protezione Civile ispeziona il monte Saresano, sullo sfondo, sopra il cementificio (Foto by San Marco)

Da 5 millimetri a 2 centimetri al giorno
Si muovono fino a 2 milioni di metri cubi

Frana, a Tavernola in azione gli esperti della Protezione Civile nazionale. Il geologo Casagli non esclude che materiale possa finire nel lago, ma gli strumenti a disposizione consentono di organizzare per tempo un’eventuale evacuazione.

Niente panico, ma anche piena consapevolezza della gravità della situazione. Ieri a Tavernola se ne è avuta conferma quando sul lago di Iseo sono arrivati tecnici e funzionari del Dipartimento nazionale della Protezione Civile. Prima un sorvolo in elicottero e poi un sopralluogo da terra hanno consentito al geologo Nicola Casagli, professore dell’Università degli studi di Firenze e componente della Commissione nazionale Grandi Rischi, di valutare personalmente il livello di rischio. Il suo gruppo di ricerca costituisce uno dei «centri di competenza» del Dipartimento della Protezione Civile e con i suoi collaboratori ha voluto vedere da vicino la frana che minaccia il cementificio di Tavernola e di finire nel lago di Iseo creando un’onda anomala che, nella più catastrofica delle ipotesi, potrebbe essere alta cinque metri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA