Dalle Valli alla Pianura, il contagio frena Ma è lontano lo «zero casi» del 22 agosto

Dalle Valli alla Pianura, il contagio frena
Ma è lontano lo «zero casi» del 22 agosto

Si ferma la corsa del virus, iniziata un mese fa: nell’ultima settimana +5,44%, mentre in quella precedente l’aumento degli infetti era stato +8,81%. Calo generalizzato pure nelle aree che più hanno sofferto la seconda ondata.

Eccola finalmente la discesa, ormai decisamente evidente dopo settimane di sacrifici e di numeri preoccupanti. Tanto inseguita, agognata, annusata, e adesso la discesa si vede. Dappertutto, in ogni area in cui è divisa la provincia bergamasca. Anche nelle zone ce erano state più sotto pressione in questa seconda ondata, ovvero sia la Pianura e l’Isola con la Valle San Martino. Anche qui, decrescita. Basta guardare la curva dei nuovi contagiati che accompagna i dati delle ultime cinque settimane per rendersene conto. La Bergamasca è cresciuta parecchio, in termini di nuovi casi di Sars-Cov2, tra la fine di ottobre e i primi giorni di novembre; poi la crescita ha iniziato a frenare nella seconda settimana di questo mese, si è stabilizzata nei sette giorni seguenti, fino a diventare una rampa in discesa nell’ultima settimana. Una rampa che hanno iniziato a imboccare tutti i territori bergamaschi. Vedere i dati per credere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA