Danneggia auto, poi testata al proprietario e reagisce ai carabinieri: arrestato

Danneggia auto, poi testata al proprietario
e reagisce ai carabinieri: arrestato

Quarantunenne arrestato a Endine per lesioni, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento.

Prima ha colpito le alette parasole, il tergicristallo, la carrozzeria delle auto. Poi anche il setto nasale del malcapitato proprietario di una delle due Ford danneggiate e un carabiniere della pattuglia Radiomobile di Clusone che tentava di bloccarlo. La furia di H. M., 41 anni, marocchino con precedenti (di polizia), arrestato mercoledì sera a Endine per lesioni, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento, non ha risparmiato nulla di ciò che gli è capitato a tiro, anche se il motivo dello scoppio d’ira non è del tutto chiaro. A cominciare dal primo scatto di nervi quando si è reso conto che il motore della Ford Fiesta noleggiata da una ditta di Endine non voleva partire. Motivo? I fari dell’auto lasciati accesi per diverse ore dallo stesso 41 enne che però non l’ha presa bene e ha reagito danneggiando le alette, i tergicristallo, la batteria e il tappo del serbatoio, poi si è accanito sulla carrozzeria di una Ford Focus. Quando il proprietario dell’auto ha cercato di placarne l’ira, l’uomo ha reagito colpendolo con una testata al setto nasale che è costata allo sventurato proprietario una corsa all’ospedale di Piario, per la riduzione della frattura con 20 giorni di prognosi. Exploit esaurito? Non proprio. Quando sul posto sono intervenuti i carabinieri di Clusone, il 41 enne si è scagliato contro uno dei militari che se l’è cavata con graffi e contusioni e 7 giorni di prognosi. Alla fine l’uomo è stato arrestato per danneggiamento, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. Nella «direttissima» di ieri l’arresto è stato convalidato. Il giudice ha disposto per il 41 enne l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, aggiornando il processo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA