Grandi esperti di montagna: da maggio 8 vittime in quota

Grandi esperti di montagna: da maggio 8 vittime in quota

Tre giorni fa la morte, lungo una ferrata, di un istruttore del Cai. Un’estate segnata da numerose disgrazie ai danni di alpinisti appassionati.

La tragedia sul Pizzo Badile, che ha portato via Matteo Cornago, venticinquenne di Sorisole, e Giovanni Allevi, 48 anni, di Villa di Serio, è purtroppo soltanto l’ultimo episodio di un’estate che è stata drammatica per la Bergamasca sul fronte degli incidenti in montagna.

E in molti dei casi precedenti, così come per Cornago e Allevi, a perdere purtroppo la vita sono stati alpinisti esperti e preparati, rimasti vittime di fatalità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA