«Guidaci con la luce del tuo sorriso». A Pradalunga l’ultimo saluto a Nando
Un momento dei funerali a Pradalunga (Foto by Fronzi)

«Guidaci con la luce del tuo sorriso». A Pradalunga l’ultimo saluto a Nando

I funerali dell’alpinista morto mercoledì sul Gran Zebrù. La sindaca Valoti: «La tua ricchezza umana ci aiuta a superare il passaggio obbligato di questa tristezza».

È stato un pomeriggio triste quello di sabato per la piccola comunità di Cornale di Pradalunga, che si è riunita per dare l’ultimo saluto a Fernando Bergamelli, conosciuto da tutti come «Nando», il 55enne che ha perso la vita sul Gran Zebrù mercoledì scorso, insieme all’amico di Vertova Oscar Cavagnis, 46 anni (i cui funerali saranno celebrati lunedì).

Già prima dell’arrivo del feretro, intorno alle 15, l’interno della parrocchiale di Cornale e il sagrato erano colmi di gente. «L’altra sera è andato in onda in televisione il film “Un’impresa da Dio” – ha esordito durante l’omelia don Angelo Cortinovis, parroco di Pradalunga e Cornale -, e a un certo punto, sotto le vesti di cameriere, Dio fa diverse domande alla moglie del protagonista. “Credi che Dio dia pazienza o l’opportunità di essere paziente? A chi chiede coraggio Dio lo concede o dà l’opportunità di essere coraggioso?”. Ecco, queste riflessioni mi portano a chiedervi: e se la morte di Nando fosse un’opportunità? E se la morte chiedesse a noi vivi “a te cosa dice questa morte per la tua vita, per come hai vissuto sino ad adesso?”. Dio non ci dà la soluzione, ma l’opportunità per trovare soluzioni. Proviamo allora a pensare questa morte come un’opportunità; è una cosa grossa, ma pensiamoci».

© RIPRODUZIONE RISERVATA