«I Cre non saranno come prima Ma i ragazzi non resteranno soli»
Un momento dei Cre dell’anno scorso (Foto by Colleoni)

«I Cre non saranno come prima
Ma i ragazzi non resteranno soli»

L’incertezza per l’estate. Don Emanuele Poletti (Pastorale età evolutiva) al lavoro per rivedere le modalità d’incontro: «Serve un patto educativo territoriale. Noi stiamo formando gli educatori degli adolescenti».

«Noi ci siamo, non lasceremo soli bambini e adolescenti per tutta l’estate. Per riuscirci, nelle forme inedite che la situazione richiede, occorre un patto educativo territoriale. Siamo flessibili: niente può essere fatto nel modo abituale, neppure i Cre. Possiamo lavorare con tutti, l’importante è essere vicini ai ragazzi».

Don Emanuele Poletti, direttore dell’Upee, l’ufficio diocesano per la pastorale dell’età evolutiva, è molto in sintonia con l’appello del Comune di Bergamo per l’estate dei ragazzi e come Diocesi prevede la riflessione a tutto il territorio provinciale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA