Imprenditore e anima dei bersaglieri Addio a   Pilenga, uomo tutto d’un pezzo
Italo Pilenga, imprenditore tessile di Urgnano e bandiera dei bersaglieri

Imprenditore e anima dei bersaglieri
Addio a Pilenga, uomo tutto d’un pezzo

Capitano d’industria, di quegli imprenditori tutti d’un pezzo, che hanno saputo vedere lontano, tanto da riuscire a creare un «impero» nel settore del tessile che continua ancora oggi.

Ma anche filantropo, generoso e impegnato nell’associazionismo, come nei bersaglieri, dove ha ricoperto ruoli ai vertici regionali e nazionali. Si è spento nella notte tra venerdì e ieri l’impresario tessile Italo Pilenga, fondatore e patron del gruppo Europizzi di Urgnano, azienda specializzata in tintoria e finissaggio di pizzi e fibre sintetiche artificiali e naturali. Classe 1937, avrebbe compiuto 83 anni il 19 maggio.

Una scomparsa inattesa e repentina, nonostante da tempo soffrisse di problemi polmonari, e che ha suscitato profondo cordoglio nel paese di Urgnano, ma non solo. «Venerdì papà ha cominciato ad avere la febbre e nella notte è peggiorato, spegnendosi all’una e mezza» spiega il figlio Paolo che lo piange insieme ai fratelli Carlo ed Elena e alla mamma Ornella. I funerali saranno celebrati in forma privata martedì alle 14,45 nella chiesa parrocchiale, partendo dall’abitazione di via Barelli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA