Le bare nelle chiese della Bergamasca Nel dolore un estremo gesto di pietà

Le bare nelle chiese della Bergamasca
Nel dolore un estremo gesto di pietà

Oltre a quella del cimitero monumentale, la diocesi ha dato la disponibilità a utilizzare anche la chiesa di San Giuseppe a Seriate.

Nella quotidianità del bollettino di guerra diffuso dalla Regione sono solo numeri, ma dietro la cruda statistica si nasconde il dolore di centinaia di famiglie bergamasche che in questi giorni stanno piangendo i loro cari. Le cifre ufficiali infatti raccontano solo una piccola parte della tragedia che si sta consumando in Bergamasca. L’immagine che più rende l’idea della portata di questo male sono i feretri allineati all’interno del tempio di Ognissanti, la chiesa del cimitero monumentale. Ieri erano settanta, nonostante già da qualche giorno le sepolture procedano al ritmo di una ogni mezz’ora.

«Stiamo facendo il possibile, abbiamo chiesto aiuto anche ad altre regioni trovando collaborazione - spiega il sindaco Giorgio Gori -. Il sistema è sollecitato come mai negli ultimi 50 anni. Sabato è stata una giornata molto difficile. Ci siamo dati da fare per trovare una soluzione contattando, anche attraverso le forze dell’ordine, forni crematori fuori provincia per sgravare quello del cimitero monumentale. Abbiamo trovato la disponibilità di Modena e ne arriveranno altre nei prossimi giorni».

i.invernizzi
Isaia Invernizzi

Giornalista professionista, lavora a L’Eco di Bergamo dal 2016. Redattore della cronaca cittadina dal marzo 2019 dopo tre anni in redazione web. Amante dei dati in tutte le loro forme.

© RIPRODUZIONE RISERVATA