Le sneaker con supporti e  cuscinetto Il progetto è Made in Bergamo
Il tour di prova in Città Alta con le «Grin Shoes»

Le sneaker con supporti e cuscinetto
Il progetto è Made in Bergamo

L’idea di un imprenditore del settore chimico e di un ricercatore, che hanno unito la passione per la ricerca a quella per la bicicletta realizzando una calzatura potenziata che migliora postura e prestazioni.

Le buone idee, anche quelle imprenditoriali, nascono spesso da una passione. Ed è proprio la storia di una passione, per la ricerca e per la bicicletta insieme, quella che ha condotto Francesco Cozzo, responsabile della ricerca e sviluppo per i progetti speciali, e Fabrizio Belli, amministratore delegato e socio di maggioranza della «Specialities» di Berbenno che si occupa di distribuire e produrre semilavorati chimici per l’industria della detergenza, a lanciarsi in una sfida lontana anni luce dal proprio core business: la progettazione e produzione della sneaker «Grin Shoes».

Dopo una gestazione durata praticamente 15 anni e un investimento nel progetto da un milione di euro (cui si aggiungono altri 600 mila euro per la prima fase produttiva), il lancio nazionale nei giorni scorsi a Bergamo con un trekking di prova in giro per Città Alta, su e giù per i colli di San Vigilio. «L’idea nasce da una passione, la mia per la bicicletta e quella di Francesco per la ricerca, dal momento che in questo prodotto sono confluite tutte le competenze acquisite in una precedente ricerca sulla bici e l’uomo – spiega Fabrizio Belli – che aveva superato tutti i test fisiologici e metabolici di una multinazionale statunitense, ma che poi, nonostante fosse stato selezionato per il padiglione Italia all’Expo di Shangai, non si era concretizzato in un prodotto commercializzabile».

© RIPRODUZIONE RISERVATA