Lotta al tarlo cinese che uccide le piante In arrivo cani speciali dalla Germania
I danni del tarlo asiatico

Lotta al tarlo cinese che uccide le piante
In arrivo cani speciali dalla Germania

Nei territori di Trescore, Cenate Sotto e Zandobbio. Insieme ad Ersaf è scesa in pista una delegazione cinofila: è quella dell’associazione «Anoplophora Sturhunde» di Lorrach, città della Germania sud-occidentale specializzata nella caccia al tarlo asiatico.

La lotta al tarlo cinese prosegue con l’aiuto di cani dal fiuto speciale. Infatti con l’ausilio di un’unità cinofila addestrata proveniente dalla Germania proseguiranno sino alla fine di novembre i controlli preventivi dell’Ersaf (Ente regionale per i servizi all’agricoltura e alle foreste) nei territori di Trescore, Cenate Sotto e Zandobbio. Il tarlo è un parassita innocuo per l’uomo ma mortale per le piante: le uccide dall’interno lasciando il segno del suo passaggio con dei solchi che possono arrivare fino 10 centimetri di lunghezza. Le attività di contrasto di questo parassita sono iniziate nel 2017 a Trescore, unico focolaio nella Bergamasca. In questi anni sono stati abbattute un centinaio di piante tra aceri saccarini, olmi e platani.


© RIPRODUZIONE RISERVATA