L’Università dà un forte taglio alle tasse Agevolazioni per le famiglie in difficoltà
La discussione di una tesi di laurea durante l’emergenza Covid. UniBg è stata tra le prime istituzioni a decidere prudentemente per la chiusura

L’Università dà un forte taglio alle tasse
Agevolazioni per le famiglie in difficoltà

L’Ateneo pronto a varare tre capitoli di esenzioni per l’iscrizione al prossimo anno accademico. Il rettore: «Integriamo le risorse garantite dal governo con nostri fondi per venire incontro agli studenti».

Un aiuto concreto alle famiglie degli studenti, ben oltre le misure garantite dai fondi governativi. L’università di Bergamo non si limiterà a recepire le direttive e le risorse straordinarie stanziate dal ministero per ampliare le fasce di esenzione delle rette universitarie . L’ateneo bergamasco estenderà il sostegno in modo graduale fino alla fascia Isee oltre i 30 mila euro. Un segnale chiaro in un periodo non facile per molte famiglie bergamasche colpite dall’emergenza coronavirus e dalle conseguenze economiche del lockdown.

Gli interventi si possono racchiudere in tre capitoli . Il primo riguarda la fascia Isee più bassa. La «no tax area» prevista a livello nazionale, cioè il limite entro cui gli studenti non devono pagare le rette universitarie, è ferma a 13 mila euro. UniBg aveva già approvato un ampliamento fino ai 18 mila euro. Grazie a un nuovo fondo di 50 milioni garantito dal ministero a tutte le università, sarà possibile alzare la soglia di esenzione fino ai 20 mila euro di Isee.

i.invernizzi
Isaia Invernizzi

Giornalista professionista, lavora a L’Eco di Bergamo dal 2016. Redattore della cronaca cittadina dal marzo 2019 dopo tre anni in redazione web. Amante dei dati in tutte le loro forme.

© RIPRODUZIONE RISERVATA