Marzia, l’immenso dolore della sorella «Non è giusto, era un uragano di energia»
Marzia Colosio, l’ultima a destra, con i famigliari

Marzia, l’immenso dolore della sorella
«Non è giusto, era un uragano di energia»

Predore. Il feretro della mamma di 48 anni è composto nella chiesina della Scuola dell’infanzia. Domenica sera la veglia, lunedì i funerali nella Parrocchiale. Il ricordo delle amiche di una vita.

La partecipazione delle comunità di Predore e Tavernola al grande dolore della famiglia di Marzia Colosio, la mamma di 48 anni morta per sepsi da meningococco, è stata unanime e ha cancellato anche i timori. Sabato 4 gennaio a Predore, dove alle 16 è giunto il feretro di Marzia, composto nella chiesetta adiacente la scuola materna, la gente ha voluto manifestare a famigliari e parenti sentimenti di fratellanza, vicinanza e condivisione per una tragedia che avrebbe potuto colpire chiunque.

© RIPRODUZIONE RISERVATA