«Niente abbracci e neppure baci ma che gioia rivedere i nonni»
I due nipoti più piccoli davanti alla casa dei nonni. «Eravamo molto emozionati»

«Niente abbracci e neppure baci
ma che gioia rivedere i nonni»

Da Rovetta Giosuè, Gioele e Tommaso a Bagnatica: non vedevano Luisa e Angelo da 72 giorni. La nonna: «Quando ero ricoverata per il Covid pensavo che non li avrei più rivisti».

La gioia della vita e di un incontro, a sorpresa, tra nonni e nipoti: lunedì 4 maggio per nonna Luisa e nonno Angelo e i nipotini Giosuè, Gioele e Tommaso è stato un giorno di festa, un incontro speciale perché non si vedevano da 72 giorni (dal 22 febbraio) e perché nonna Luisa era tornata finalmente a casa dopo aver sconfitto il Covid . Nessun abbraccio e nessun bacio, ma la gioia e l’amore trasparivano dagli occhi e dalla voce.

«Quando è suonato il citofono e ho visto che erano loro l’emozione è stata grandissima, impossibile descrivere a parole quello che ho provato: ho trattenuto le lacrime perché non volevo dare un’impressione sbagliata, ero felicissima– racconta nonna Luisa– l’istinto era quello di abbracciarli, ma pur essendo covid negativa non mi sono fidata e così loro. Mi è bastato vederli. Quando ero ricoverata pensavo davvero che non li avrei più rivisti, è stato emozionante, per me ma anche per mio marito».

© RIPRODUZIONE RISERVATA