No alle Messe coi fedeli Si lavora a una modifica

No alle Messe coi fedeli
Si lavora a una modifica

Dal governo previste novità in settimana, che terranno conto delle indicazioni della Cei. Critiche anche da evangelici e protestanti.

Non solo la Chiesa cattolica, rappresentata in prima istanza dalla Cei, ma anche da innumerevoli gruppi, associazioni, singoli esponenti e parlamentari: la protesta sulla libertà di culto che verrebbe violata dal Dpcm per la «Fase 2» si allarga ad altre religioni. Intanto, dopo lo stop alle Messe con i fedeli ribadito dal decreto Conte, che domenica sera ha immediatamente provocato la reazione negativa dell’episcopato, nel governo si lavora per trovare una soluzione, che porti ad una riapertura.

Le ipotesi in campo

© RIPRODUZIONE RISERVATA