Opere pubbliche, 100 milioni in 3 anni In Città Alta restyling per la Corsarola
La Corsarola verrà completamente rifatta con un investimento di 2,1 milioni

Opere pubbliche, 100 milioni in 3 anni
In Città Alta restyling per la Corsarola

Bergamo, il piano 2021-23 del Comune. Gli assessori: «Frutto di sacrifici, ma resta un piano ambizioso». In via Colleoni intervento in tre lotti da 2,1 milioni per rifare pavimentazione e sottoservizi.

Un Piano delle opere pubbliche frutto dei sacrifici imposti dall’emergenza sanitaria, ma comunque ambizioso e con lo sguardo rivolto al futuro. Sono le premesse degli assessori della Giunta Gori, e in particolare del titolare del Bilancio Sergio Gandi, nel presentare il Pop 2021-2023. Un pacchetto da 100 milioni di euro di investimenti nel triennio (oltre 40 quest’anno), fatto di opere seriali (le manutenzioni) e opere-simbolo. Tra queste ci sono sicuramente il nodo di Pontesecco e il rifacimento della Corsarola, la via regina del passeggio in Città Alta, e uno dei principali biglietti da visita in vista di Bergamo Capitale della Cultura 2023. «In attesa del ritorno dei turisti, ci portiamo avanti», annuncia il titolare dei Lavori pubblici Marco Brembilla, che svela qualche dettaglio di uno dei cantieri sicuramente più delicati da aprire (tant’è che sarà preceduto da un incontro con i commercianti per definire le modalità). «Sarà in tre step, partendo da questo autunno – anticipa Brembilla –. Si interverrà “pezzo per pezzo”, iniziando da 50 metri per volta, in due momenti annuali: da metà settembre a dicembre e da metà gennaio a fine marzo». L’obiettivo è evitare «tempi morti» e chiusure totali, per limitare disagi a negozi e residenti. «Interverremo sulla pavimentazione, molto malmessa e con mille rattoppi, rifacendo anche tutti i sottoservizi (dall’acqua al metano), che saranno a carico degli operatori», precisa Brembilla.

© RIPRODUZIONE RISERVATA