Orio, lunedì 3 maggio arriva un volo dall’India: isolamento in hotel
Tamponi ai passeggeri in arrivo dall’India a Fiumicino: lunedì tocca a Orio (Foto by Ansa)

Orio, lunedì 3 maggio arriva un volo dall’India: isolamento in hotel

È l’unico previsto, tutti gli altri cancellati. Ma resta l’incertezza su chi è atterrato nei giorni prima. Due strutture individuate per l’ospitalità.

L’ultimo volo dall’India, fanno sapere da Sacbo, è atterrato domenica scorsa ed era abbastanza pieno. Il prossimo arriverà lunedì alle 19,30, sempre da Amritsar, stato di Punjab, nord del Paese. Un Airbus 330 della compagna HiFly, specializzata in charter, operato per conto di Spice Jet - brand indiano - e alcuni tour operator: in prima battuta il suo arrivo era previsto per la notte tra sabato e domenica (come i voli precedenti dall’India), ma poi è stato spostato a lunedì per raccogliere il maggior numero di passeggeri possibile e rendere sostenibile economicamente il volo. A bordo non dovrebbero comunque esserci più di 150 persone. Tutti gli altri voli da e per il Paese previsti a maggio da Orio sono stati cancellati dopo che l’Italia ha vietato l’ingresso a chi abbia soggiornato negli ultimi 14 giorni in India (e pure in Bangladesh e Sri Lanka) con qualche eccezione: su tutte i cittadini italiani che vogliono rientrare. Chi arriverà lunedì a Orio sul volo dall’India dovrà avere una certificazione di test molecolare o antigenico negativo effettuato nelle 72 ore precedenti, sottoporsi ad analoga procedura all’arrivo in aeroporto e isolarsi in un Covid hotel per 10 giorni anche in caso di esito negativo. Trascorso questo periodo dovrà sottoporsi ad un altro test. Modalità contenute nell’ultima ordinanza del ministro Speranza di mercoledì 28 che supera quelle del 25 e 27 aprile. Tutte accomunate dall’obiettivo di impedire il proliferare dell’ultima variante, quella indiana. La procedura è già scattata a Fiumicino e Malpensa, lunedì tocca a Orio.

d.nikpalj
Dino Nikpalj

Curioso di tutto ed esperto di niente. Classe 1968 (ohibò…), maturità tecnica e studi in Giurisprudenza, lavora a L’Eco di Bergamo dal novembre 1997. Vicecaporedattore dal 2014, è stato inviato e per tre anni ha guidato la redazione web. Scrive di cronaca, politica, trasporti e Atalanta, della quale è tifosissimo. Ha da sempre una passionaccia per il calcio inglese in tutte le sue forme e categorie, una spiccata simpatia per il Manchester City e una fornitissima biblioteca, anche di storie di calcio. Che prova a raccontare su Corner.

© RIPRODUZIONE RISERVATA