Pedemontana, qualcosa si muove Aggiudicati i lavori e la progettazione

Pedemontana, qualcosa si muove
Aggiudicati i lavori e la progettazione

Per le tratte da Lentate alla Tangenziale est. Lavoro da 1,8 miliardi a Salini-Impregilo e Pizzarotti. Resta ancora al palo e perde quota il tratto bergamasco.

Il gruppo Webuild (Salini-Impregilo) e l’Impresa Pizzarotti & Co. si sono aggiudicate l’appalto del valore di 1,8 miliardi di euro (Iva compresa) per la progettazione esecutiva e la costruzione delle tratte B2 (di 12,7 chilometri da Lentate sul Seveso e Cesano Maderno) e C (di 20 chilometri da Cesano Maderno alla tangenziale est di Milano A51) della Pedemontana.

Alla fine di una lunga e complessa gara d’appalto (che, causa Covid, ha visto anche diverse proroghe dei tempi per la presentazione delle offerte) la commissione nominata dal ministero delle Infrastrutture ha stilato la graduatoria finale tenendo conto sia dell’offerta tecnica che di quella economica. Webuild e Pizzarotti (che avrebbero proposto un ribasso intorno al 15%) hanno quindi battuto la concorrenza di Saipem con Dec e Vitali e una cordata spagnola-italiana con in testa il Consorzio Sis. L’obiettivo è finire l’opera per le Olimpiadi invernali di Milano-Cortina del 2026: sui documenti è riportato che il tempo necessario calcolato per i lavori è di 1.350 giorni, quindi circa tre anni e mezzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA