Personale sanitario non vaccinato: secondo avviso per 280

Personale sanitario non vaccinato: secondo avviso per 280

Nella Bergamasca 3.788 addetti risultavano senza copertura, per 3.358 spedita la 1a lettera dell’Ats. Il 48,86% ha risposto, ma di questi il 17% non ha fornito documentazione e riceverà un 2° invito per inosservanza.

Vaccini contro il Covid: ogni giorno aumentano i numeri di cittadini che, progressivamente, accedono alle somministrazioni. In contemporanea, procedono anche le procedure per individuare quanti, tra il personale sanitario o che opera in strutture sanitarie o sociosanitarie, non si è ancora sottoposto al vaccino: per queste categorie, infatti, esiste l’obbligo (per legge fino al 31 dicembre), e le norme prevedono anche sanzioni e la sospensione dall’attività lavorativa qualora la mancata vaccinazione non sia giustificata. A ieri, i nominativi di non vaccinati, tra personale sanitario e affini (non solo medici e infermieri, ma anche tecnici di radiologia, psicologi, odontoiatri e oss, operatori sociosanitari) trasmessi dalla Regione Lombardia e da altre Regioni per quanto di competenza dell’Ats di Bergamo erano 3.788. Nel dettaglio, si tratta di infermieri (32,23%), medici chirurghi e odontoiatri (20,20%), tecnici sanitari di radiologia medica (13,42%), psicologi (13,08%), farmacisti (8,22%), veterinari (3,06%), biologi (2,64%), ostetriche(2,46%), oss (1,98%), tecnici sanitari di radiologia medica e professioni sanitarie di riabilitazione (1,58%), chimici (0,89%), altri 0,23%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA