Piccola grande Lia e il male misterioso  Il sorriso è la sua arma
Lia Paganessi in braccio a mamma Sara, con l’intera famiglia

Piccola grande Lia e il male misterioso
Il sorriso è la sua arma

Ha 19 mesi: i primi dubbi un anno fa, a marzo finalmente la diagnosi: malattia di Tay Sachs.Sindrome genetica rarissima: in Italia solo tre casi.

La vita è imprevedibile, basta un istante per stravolgere sogni e progetti. Lo sanno bene Sara Bertoli e Massimo Paganessi, giovani coniugi di Cene, travolti qualche mese fa da una scoperta che riguarda la loro secondogenita, Lia, di appena 19 mesi. Alla piccola è stata diagnosticata una malattia genetica metabolica: Tay Sachs, questo il nome della patologia, un male che non lascia scampo se contratta durante i primi mesi o anni di vita e solitamente ha un esito fatale fra i tre e i cinque anni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA