«Riaprire scuole e nidi per giocare» L’estate delle famiglie con figli

«Riaprire scuole e nidi per giocare»
L’estate delle famiglie con figli

L’assessore all’Istruzione del Comune di Bergamo, Loredana Poli, delinea il quadro estivo per le famiglie con figli quando i genitori torneranno al lavoro. «Nei parchi penso anche a tende con gli alpini».

Un’estate eccezionale si avvicina e bambini e ragazzi non sopporteranno più di stare chiusi in casa. Per i genitori tornati al lavoro sarà anche un’estate senza ferie e senza nonni. In città sono 15.000 i cittadini da zero a 15 anni e il Comune lancia un appello attraverso l’assessora all’Istruzione Loredana Poli.

«Tutto è cambiato e abbiamo bisogno di collaborare in modi nuovi. Rispetteremo i tempi e le procedure che ci verranno indicate, ma dobbiamo farci trovare pronti. Chiedo che tutti i soggetti che si occupano di bambini e ragazzi nella nostra città lavorino insieme, perché è una sfida per tutti. Mi rivolgo ai componenti del coordinamento pedagogico 0-6 anni, agli asili nido pubblici e privati, alle scuole pubbliche e paritarie, alle cooperative impegnate nelle coprogettazioni con il Comune di Bergamo e al terzo settore in generale, alle parrocchie della città, agli scout, alle associazioni sportive, culturali e ricreative, ai servizi educativi dei musei, ai servizi sociali per i minori ma anche agli Alpini, ai sindacati, alle associazioni datoriali e alle fondazioni del territorio, di collaborare a un solo grande progetto per i bambini e per i ragazzi della città».

© RIPRODUZIONE RISERVATA