«Scioperare è un diritto ma quelle lacrime di mia figlia...»

«Scioperare è un diritto
ma quelle lacrime di mia figlia...»

Lo sfogo di un genitore rimasto a terra venerdì 17 dopo la cancellazione per sciopero del volo per Londra: «Era il regalo della sua Prima Comunione»

Venerdì 17 giugno, doveva essere una giornata da sogno per mia figlia e i due amici coetanei di altre due famiglie, un sogno spezzato in un soffio, in un breve annuncio, un sogno infranto che spero, con l’aiuto di noi adulti, si trasformi comunque in un momento di riflessione e di crescita. Quest’anno i nostri figli a maggio hanno ricevuto la Prima Comunione, un momento unico, vissuto con intensità durante tutto l’arco dell’anno, con la preparazione, la cerimonia, il momento clou e la festa successiva. Come accade in queste occasioni abbiamo chiesto con largo anticipo quale regalo volessero dai genitori e come spesso succede sono partite idee vaghe e dubbie, così abbiamo noi lanciato delle proposte e alla voce «un viaggio in una bella città all’estero» non ci sono stati dubbi, è subito scattato l’entusiasmo, così, quello sarebbe stato il nostro regalo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA