Scuole, Galli: «Serve prudenza, l’incertezza resta una costante»

Scuole, Galli: «Serve prudenza,
l’incertezza resta una costante»

Massimo Galli, primario al Sacco di Milano: «Il ritorno sui banchi è un tentativo, pur importante». Tra due settimane si valuteranno le curve dei contagi.

«È un tentativo», sospira Massimo Galli. Direttore del dipartimento di Malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano e tra i più acuti conoscitori del virus, il primario tiene la guardia alta. Sull’andamento della pandemia in generale e, più in particolare, sul ritorno tra i banchi di oggi. Perché lo scenario che si para dinnanzi a centinaia di migliaia di persone in Lombardia pare essere quello della costante incertezza. «Un conto sono le condizioni che determinano la classificazione di una Regione in un determinato colore, sulla base di un determinato Rt e degli altri indicatori che abbiamo imparato a conoscere, e le disposizioni che permettono a quella Regione così classificata di riprendere le lezioni in presenza», premette Galli. Per poi aggiungere: «Un conto, invece, è confidare realmente che tutto ciò, e cioè il ritorno a scuola per quelle fasce di ragazzi, sia una pratica già sicura in questo momento. Tra il dire e il fare…».

© RIPRODUZIONE RISERVATA