Smartphone spia e wi-fi nell’orecchio per passare l’esame della patente: presi

Smartphone spia e wi-fi nell’orecchio
per passare l’esame della patente: presi

Denunciati un indiano residente nella Bergamasca e una cinese di Milano.

Lui aveva nascosto uno smartphone dotato di fotocamera nella manica della maglia, lei aveva un microfono fissato ad una collana ed un piccolissimo dispositivo wi-fi in un orecchio. Obiettivo: comunicare con l’esterno per passare l’esame di teoria. Entrambi sono stati denunciati a piede libero dai carabinieri per tentata truffa, martedì pomeriggio, a Monza, negli uffici della Motorizzazione durante l’esame teorico per conseguire a patente. Si tratta di un cittadino indiano di 31 anni residente della Bergamasca e di una 39enne cinese residente a Milano (non sono state rese note per ora le loro identità). Secondo le accuse, il giovane, con uno smartphone dotato di fotocamera nascosto in una manica della maglia bucata , filmava le domande della prova d’esame e riceveva indicazioni sulla risposta corretta. La donna invece aveva un microfono fissato ad una collana ed un piccolissimo dispositivo wi-fi in un orecchio, utilizzati per comunicare con l’esterno .

© RIPRODUZIONE RISERVATA