Tamponi, la carica virale cresce  «Fondamentale sequenziare il virus»
Ariela Benigni

Tamponi, la carica virale cresce
«Fondamentale sequenziare il virus»

L’Istituto Mario Negri ha messo a punto uno studio sui test. Benigni: «Importante capire se tutti i positivi siano infettivi».

La carica virale presente nei tamponi positivi al Covid è tornata a crescere. La causa, probabilmente, è da ricercare nelle varianti del virus che, secondo medici e scienziati, tra una ventina di giorni potrebbero essere addirittura prevalenti rispetto alla forma originaria del Coronavirus, arrivata in Italia un anno fa . Tanti laboratori si stanno attrezzando per il sequenziamento dei tamponi, una procedura più lunga e complessa, che però consente di capire in che modo (e soprattutto dove) si stanno diffondendo le varianti.

Tra i primi in Italia a studiare in maniera più approfondita i tamponi positivi, i ricercatori dell’Istituto Mario Negri hanno condotto nei mesi scorsi uno studio che ha dato il là alla qualifica dei tamponi, partendo dal presupposto che non tutti i test sono positivi in egual misura. Un’evidenza data ormai per assodata, grazie al consolidamento dei risultati di laboratorio, alla quale gli studiosi del Mario Negri sono arrivati dopo un lavoro di ricerca durato circa tre mesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA