Un defibrillatore in quota per ricordare Fornoni. Venerdì i funerali
Alessandro Fornoni in uno scatto in montagna

Un defibrillatore in quota per ricordare Fornoni. Venerdì i funerali

Venerdì 25 giugno i l’ultimo saluto all’appassionato di montagna ritrovato sulla Presolana: era scomparso il 4 ottobre.

Sulle sue amate Orobie, tra le vette che lo hanno custodito in questi mesi, sarà installato un Dae (defibrillatore automatico esterno) in memoria di Alessandro Fornoni, l’uomo di Ardesio scomparso lo scorso 4 ottobre e ritrovato senza vita sul Cengione Bendotti, nella parte scalvina della Presolana, martedì pomeriggio.

Fornoni, classe 1974 di Ardesio, era scomparso il 4 ottobre scorso, nel giorno del 150° del Cai Bergamo. Fornoni, avvistato per l’ultima volta il 4 ottobre in vetta alla Presolana, era atteso alla Messa alla Cappella Savina dove non è mai arrivato. Nei giorni successivi erano partite le ricerche, interrotte a causa delle nevicate e riprese poi nei giorni scorsi con l’innalzamento delle temperature. 260 giorni dopo, finalmente, il ritrovamento a 2.050 metri di quota. Mentre era in corso un’esercitazione congiunta di Soccorso alpino VI Delegazione Orobica e Sagf - Soccorso alpino Guardia di finanza, il corpo è stata avvistato da due alpinisti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA