Verso le Olimpiadi, lo sprinter Rigali «Per qualificarmi devo imparare a partire»

Verso le Olimpiadi, lo sprinter Rigali
«Per qualificarmi devo imparare a partire»

Lo sprinter Roberto Rigali: «L’uscita dai blocchi è il mio punto debole
Per questo, a 25 anni, il rinvio dei Giochi può diventare un vantaggio».

L’assenza di impegni agonistici può avergli fatto perdere un po’ di brillantezza, non certamente ironia e speranze. Sono le molle di Roberto Rigali, sprinter camuno trapiantato dalle nostre parti da un triennio, e che al «Putti» è tornato dalla riapertura del campo, lo scorso 16 maggio. Il suo viaggio in direzione di Tokyo, riparte da qui.

Roberto, come è stato il ritorno alla quotidianità?

© RIPRODUZIONE RISERVATA