Viaggio con più di 4 ore di ritardo Ryanair obbligata a risarcire passeggero

Viaggio con più di 4 ore di ritardo
Ryanair obbligata a risarcire passeggero

La decisione è di un giudice di pace di Brindisi che ha condannato la società a risarcire un passeggero salentino per i disagi patiti sul volo Brindisi-Bergamo del 6 dicembre scorso, giunto a destinazione con oltre 4 ore di ritardo.

Ryanair è costretta a risarcire passeggero salentino dopo un ritardo superiore alle 4 ore nel viaggio Brindisi-Bergamo: è questa la decisione di un giudice di pace brindisino, che premia E. M., 61enne passeggero del volo Ryanair FR8096 Brindisi – Orio al Serio del 6 dicembre scorso con partenza prevista alle 19.30 e arrivo alle 21.10, che aveva trascorso diverse ore di estenuante attesa presso l’aeroporto, unitamente agli altri passeggeri, senza ricevere alcuna informazione circa la causa e la durata del ritardo del volo.

L’uomo era riuscito a imbarcarsi solo verso mezzanotte, giungendo a destinazione con circa 4 ore e 20 minuti di ritardo rispetto all’orario previsto. Concluse le operazioni di sbarco, il 61enne aveva così perso ogni possibilità di raggiungere Milano con il servizio navetta Terravision, che aveva smesso di funzionare all’01,00 e, in mancanza di alcun rimedio predisposti dalla Ryanair, ha trascorso gran parte della notte presso l’aeroporto orobico, giungendo a Milano solo all’alba del giorno dopo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA