Vilminore, colpiti gli escursionisti Bucate le gomme delle automobili

Vilminore, colpiti gli escursionisti
Bucate le gomme delle automobili

Prese di mire otto vetture posteggiate alla frazione Nona, in Val di Scalve. «Brutta figura per la valle, ma non siamo tutti così».

Metti un sabato di sole, il primo sabato dopo oltre due mesi di quarantena forzata. Metti la voglia di fare un giro in montagna, una camminata non troppo impegnativa. Le mete ideali potrebbero essere il Passo della Manina o il Monte Sasna. Peccato trovare, al rientro alle proprie macchine parcheggiate a Nona, frazione di Vilminore di Scalve, le gomme forate.

È successo sabato mattina 9 maggio, quando sono state forate le ruote a otto macchine, parcheggiate lungo tutto il paese . Sei appartenevano a escursionisti di Vilminore, due a escursionisti di fuori valle. «Ero al Monte Sasna – racconta Davide Bonicelli, di Vilminore –, avevo lasciato la macchina nel parcheggio più in alto del paese. Quando sono arrivato alla croce sono stato avvisato che qualcuno aveva bucato le ruote delle macchine parcheggiate in paese. Non una sola ruota, ma due gomme; in questo modo, anche con la ruota di scorta nel bagagliaio si era comunque bloccati».

© RIPRODUZIONE RISERVATA