Voglia d’estate, a Bergamo tornano i tuffi ma solo all’aperto
A Stezzano

Voglia d’estate, a Bergamo tornano i tuffi ma solo all’aperto

Chiuse da ottobre, si riattivano le piscine di Stezzano, Grumello e Alzano. Distanze garantite nei parchi esterni. All’Acqualife massimo 900 persone.

Un tuffo che vale più di sette mesi di attesa. E di perdite economiche. Se per riaprire al coperto occorrerà aspettare il 1° luglio, le piscine della nostra provincia si attrezzano e questi sono i giorni in cui molti impianti danno il via a nuoto libero e corsi, rigorosamente all’aperto, come prevede il decreto per le zone gialle.

L’Acqualife di Stezzano ha scelto il giorno della Festa della Repubblica per riaprire i battenti e tornare ad accogliere i bergamaschi dopo oltre sette mesi di chiusura. Lo farà dunque oggi con un’inaugurazione all’insegna dello sport, con la presenza di tante associazioni sportive del territorio, degli alpini e di spazi allestiti per i giochi dedicati ai più piccoli. Si riparte dopo lo stop dell’autunno scorso, con una struttura in parte rinnovata e con un rigidissimo protocollo di sicurezza. «Ripartiamo con l’ottimismo che ci è mancato nei mesi scorsi e che ci consentirà senz’altro di superare questa fase difficile, ritrovando finalmente il rapporto con le persone e quel senso di comunità che è venuto meno nel periodo della chiusura – dice Milvo Ferrandi, il gestore delle piscine di Stezzano –. Quella di oggi sarà una grande festa che offriamo al territorio per tornare a praticare sport in libertà, con la speranza che la gente possa ritrovare nel parco un po’ di serenità e il piacere di stare di nuovo insieme».

© RIPRODUZIONE RISERVATA