Aiuti all’economia: in arrivo altri 40 miliardi. Imprese, indennizzi calcolati su due mesi

Il nuovo scostamento di bilancio varrà due punti e mezzo di Prodotto interno lordo. Def avanti tutta, manca soltanto qualche limatura

Aiuti all’economia: in arrivo altri 40 miliardi. Imprese, indennizzi calcolati su due mesi
Mario Draghi
(Foto di Ansa)

Altri 40 miliardi, da immettere nell’economia a stretto giro, per dare ossigeno alle imprese e preparare la ripartenza: il governo è pronto a chiedere il nuovo scostamento da circa due punti e mezzo di Pil, per garantire alle aziende la liquidità, per dare altri ristori – parametrati su due mesi anziché su uno solo – soprattutto a chi è stato chiuso per limitare i contagi – e per abbattere alcuni costi fissi, dall’Imu agli affitti, per i settori più danneggiati dall’emergenza Covid. Lo scostamento servirà anche a finanziare il fondo per le opere escluse dal Recovery ma che si vogliono comunque includere tra quelle prioritarie per i prossimi anni. L’operazione va di pari passo alla preparazione del Documento di economia e finanza, che disegnerà la cornice macroeconomica del prossimo triennio, ma avverrà in due step: un primo Consiglio dei ministri già oggi esaminerà la relazione al Parlamento con la richiesta del nuovo extradeficit, mentre per l’ok al Def ci sarebbero ancora alcuni capitoli aperti e servirebbe un supplemento di riflessione per trovare la piena convergenza. Si tratterebbe però, fa sapere Palazzo Chigi, solo di qualche limatura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA