Lavoro, rimbalzo assunzioni: a marzo +27,8% Sblocco dei licenziamenti, estate calda

Lavoro, rimbalzo assunzioni: a marzo +27,8%
Sblocco dei licenziamenti, estate calda

Secondo i dati della Provincia la crescita sfiora il 28%, ma il dato è ancora lontano dai livelli pre Covid. Recupero in tutti i settori tranne che nel commercio e servizi. Crollano i contratti a tempo indeterminato (-24%). A fine giugno lo sblocco dei licenziamenti: sindacati in ansia, industriali cauti.

Il bicchiere mezzo pieno fa segnare un più 27,8% in quanto ad assunzioni con contratto di lavoro dipendente nella nostra provincia a marzo di quest’anno rispetto allo stesso mese del 2020. Di contro, il bicchiere mezzo vuoto mostra come siamo ancora distanti dai dati di marzo 2019 (meno 8,4%). Traducendo le percentuali in cifre, a marzo 2021 le assunzioni si sono attestate a quota 9.458; erano 7.403 a marzo dell’anno scorso e 10.328 a marzo 2019, a testimonianza di una (lenta) risalita. Stando al report dell’Osservatorio Mercato del lavoro-Settore Sviluppo della Provincia, il saldo mensile riferito a marzo di quest’anno è positivo per 983 unità. E lo è per il terzo mese consecutivo, grazie al fatto che le cessazioni (8.475 a marzo) continuano a calare su base annua (meno 10,2%) e ancor più se il raffronto si fa con i numeri di due anni fa (meno 12% su marzo 2019). Considerando invece il primo trimestre di quest’anno, le assunzioni sono state 29.224 e le cessazioni 22.559, con un saldo positivo di 6.665 posizioni di lavoro, «all’incirca il doppio del risultato del primo trimestre 2020, ma ancora al di sotto dei livelli del 2019», si legge nel report.

© RIPRODUZIONE RISERVATA