Tecnologia orobica per il telescopio che ha «catturato» il primo buco nero
Il South Pole telescope installato nella base Amundsen Scott in Antartide

Tecnologia orobica per il telescopio
che ha «catturato» il primo buco nero

L’impianto installato nella base Amundsen Scott in Antartide ha visto la collaborazione tra la Cospal di Ambivere e la Carpenteria Colombo di Monte Marenzo.

Duecento ricercatori e una rete mondiale di radiotelescopi hanno confermato ciò che Einstein aveva già teorizzato un secolo fa: l’esistenza dei buchi neri. Come già accaduto in passato - basti pensare alla rivoluzione scientifica del ‘600 - anche oggi a sostegno delle grandi menti dell’astrofisica non poteva che esserci la tecnologia, una fetta della quale è da rintracciare in due aziende locali: la Cospal, di Ambivere e la Carpenteria Colombo, di Monte Marenzo .

© RIPRODUZIONE RISERVATA