Clima, promesse
da mantenere

Gli studi della comunità scientifica, se tutti gli Stati mantengono gli impegni assunti, prevedono che l’aumento della temperatura resti sotto i 2 gradi. Prima della conferenza di Glasgow gli obiettivi portavano a 2,7 gradi. Stefano Caserini, uno dei maggiori esperti italiani delle strategie di riduzione dei gas climalteranti e della comunicazione del problema dei cambiamenti climatici, esprime una valutazione del negoziato di Glasgow non nei termini semplicistici di successo o fallimento.

Clima, promesse da mantenere

L’esito dei lavori della Cop26 si misura sull’aggiornamento degli impegni per ridurre le emissioni e sul completamento delle regole per l’applicazione dell’Accordo di Parigi del 2015, riguardo all’articolo 6 sullo scambio delle quote di emissione. Ma l’aumento del supporto finanziario ai Paesi vulnerabili non è stato raggiunto. Servono ancora regole, come osserva di nuovo Caserini, affinché gli stanziamenti non vadano a rinforzare le oligarchie locali e la corruzione, ma siano destinati all’adattamento al cambiamento climatico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA