Diritto d’autore Giustizia è fatta

Diritto d’autore
Giustizia è fatta

Martedì 26 marzo è stato un bel giorno per la libertà di informazione. Il Parlamento europeo ha approvato in via definitiva la nuova direttiva per il diritto d’autore in Rete, frutto di più di tre anni di contrattazioni e numerose modifiche, anche per via di un’intensa attività di lobbying delle multinazionali del digitale, che hanno premuto su molti parlamentari di Strasburgo di tutti gli schieramenti.

Un riconoscimento per giornali, case editrici, discografiche e cinematografiche, che proprio in questi anni stanno vivendo una crisi strutturale molto grave, per molti aspetti devastante, proprio a causa dell’estensione dei loro contenuti intellettuali attraverso Internet, senza confini, controlli e soprattutto senza remunerazioni. Quanti internauti ormai si nutrono di informazioni sui social senza mai leggere nemmeno un giornale, nemmeno digitale? Una pacchia, quella delle multinazionali del digitale, durata decenni grazie al Far West della Rete, dove ha prevalso la legge del più forte.


© RIPRODUZIONE RISERVATA