Giravolta di Grillo La scienza ora fa bene

Giravolta di Grillo
La scienza ora fa bene

Contrordine compagni grillini. L’antivaccinismo non è più nei programmi dei 5 Stelle. Evviva, verrebbe da dire. Il fondatore e tuttora garante del Movimento, Beppe Grillo, accusato di sostenere posizioni antiscientifiche sui vaccini (soprattutto nel corso dei suoi show), firma «Il Patto per la scienza» promosso dal virologo Roberto Burioni , diventato uno dei principali protagonisti della campagna pro-vax e contro le «fake news» in medicina, non particolarmente amato, per usare un eufemismo, da molti elettori 5 Stelle. «Mi impegno a non sostenere o tollerare in alcun modo forme di pseudoscienza e/o di pseudomedicina che mettono a repentaglio la salute pubblica (negazionismo dell’Aids, anti-vaccinismo, terapie non basate sull’evidenza scientifica, etc.)», recita il Patto.

L’appello, pubblicato da Burioni sul suo sito contro le fake news «MedicalFacts», è lanciato insieme con Guido Silvestri, l’immunologo di fama mondiale (è uno dei massimi esperti internazionali di Hiv) e professore ad Atlanta negli Stati Uniti, al quale i grillini in passato hanno affidato il compito di redigere un documento sulla strategia del partito in tema di prevenzione vaccinale. E il bello è che il Patto è stato sottoscritto anche dall’ex premier del Partito democratico Matteo Renzi. Insomma: un Patto del Nazareno in salsa scientifica. Che sia l’antipasto di un ribaltone e di un rovesciamento delle alleanze tra Movimento 5 Stelle e Pd?


© RIPRODUZIONE RISERVATA