La nuova Europa e il nodo salva Stati
Ursula von der Leyen è la nuova presidente dell’Unione europea

La nuova Europa
e il nodo salva Stati

Ursula von der Leyen è la nuova presidente dell’Unione europea. Il fine dichiarato del suo mandato è la lotta al cambiamento climatico. Emerge il desiderio di coordinare la politica economica dei Paesi membri nell’innovazione e negli investimenti cosiddetti green. Compito assegnato a Paolo Gentiloni, al quale la presidente ha espresso direttamente la sua stima. Un riferimento chiaro a chi ha criticato la scelta di un italiano per un dicastero economico di peso.

Una maggiore integrazione appare ineludibile a fronte delle sfide internazionali e l’idea è di demandare ad un organo tecnico esterno alla Commissione la risoluzione dei problemi legati agli stress finanziari. Si chiama Mes ed ha il nome che compete ai nostri tempi, un acronimo. L’European stability mechanism dovrebbe presiedere appunto alla stabilità in Europa. Traduzione: fare la guardia su chi ha squilibri di bilancio, spaventare ed al contempo tutelare. Chi persiste nella sua condotta di allegra indisciplina verrà ammonito e poi punito, chi si attiene alle regole non avrà nulla da temere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA