Lo sfregio a Bara, la pietà
verso i morti pilastro di civiltà

«Parce sepultis», diceva mia nonna senza abbandonare le incombenze domestiche, quando qualcuno se la prendeva con chi non c’è più, ignorando fosse un verso dell’Eneide di Virgilio. Significa perdona a chi è sepolto e invita a non parlar male dei defunti, chiunque essi siano e qualunque cosa abbiano fatto o subìto, qualunque colpa abbiano commesso o qualunque torto o ingiustizia siano stati vittima. La pietà per i morti è uno dei pilastri della civiltà e della fede cristiana. A questo pensavo guardando la foto della

Lo sfregio a Bara, la pietà verso i morti pilastro di civiltà

lapide presa a mazzate o forse a pietrate di Mamadou Lamine Thiam, il giovane ritrovato senza vita in un burrone a Ubiale Clanezzo la sera del 23 luglio 2017.

© RIPRODUZIONE RISERVATA