Nascite in calo, ascoltiamo Musk

«Se questa tendenza continuerà, in Italia non ci saranno più persone». Così l’imprenditore sudafricano (naturalizzato statunitense) Elon Musk, ha commentato sui social network il forte calo delle nascite cui assistiamo in Italia da decenni. Il nostro declino in termini di popolazione non è una novità: nel 2021 le nascite in Italia sono scese sotto quota 400mila per la prima volta nella nostra storia, a fronte di 709mila decessi.

Nascite in calo, ascoltiamo Musk

L’andamento è segnato almeno dall’inizio degli anni 90: i nostri concittadini mediamente invecchiano molto - e questo è un bene, intendiamoci - ma sono sempre meno numerosi i giovani. La novità è che una simile tendenza sia oggetto di attenzione da parte dell’uomo più ricco del pianeta, noto più per i suoi successi imprenditoriali - dall’auto elettrica Tesla ai viaggi spaziali di Space X, oltre che per il più recente tentativo di rilevare Twitter per circa 44 miliardi di dollari - che per il suo interesse per la demografia. Eppure non è la prima volta che Musk mostra di avere a cuore lo stato di salute della popolazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA